ADOZIONI

L’adozione ha lo scopo di assicurare ad ogni bambino una famiglia. Adottare pertanto non è un diritto degli adulti,  che si rendono disponibili ad adottare un bambino e chiedere che ne sia accertata l’idoneità.

 

 

Il percorso ha delle differenze a seconda che si voglia adottare un bambino italiano o non italiano. 

 

ADOZIONI NAZIONALI:

per poter adottare un bambino è necessario che il bambino venga dichiarato adottabile ovvero che ne sia accertato lo stato di bisogno. Solo allora può avere inizio la procedura adozionale che renderà i bambino adottato un figlio legittimo a tutti gli effetti.

 

ITER DA SEGUIRE:          

 

A) Domanda di adozione :  la domanda di adozione (correlata dai documenti che attestino i necessari requisiti) deve essere presentata presso il Tribunale dei Minorenni ed ha validità 3 anni ed è rinnovabile. La domanda potrà essere presentata presso più Tribunali dei Minorenni ma in questo caso occorrerà comunicarlo sempre al Tribunale consultato in precedenza.  

B) Accertamento della coppia:  il Tribunale ricevuta la domanda dispone una serie di accertamenti volti a stabilire l’effettiva idoneità della coppia all’adozione. In questa fase verrà valutata la capacità della coppia di educare il minore, di prendersene cura sia economicamente sia affettivamente, si indagherà l’ambiente familiare e le motivazioni della domanda nonché la situazione personale e sociale dei coniugi. Le indagini verranno svolte dal servizio socio assistenziale degli enti locali (servizi sociali) delegati dal Tribunale che entro 120 giorni ( prorogabili una sola volta) dovranno redigere una relazione che verrà inviata al Tribunale competente.  

C) Affidamento preadottivo:  terminate le indagini il Tribunale dei Minorenni valuta la relazione del servizio sociale e in base ai dati raccolti stabilisce se la coppia è idonea all’adozione. In caso positivo il tribunale sceglierà la coppia più idonea per l’affidamento preadottivo del minore adottabile e dispone l’affidamento preadottivo che dura un anno e può essere prorogato per un altro anno o revocato se vi sono gravi difficoltà di convivenza.  

D) Dichiarazione di adozione:  al termine del periodo di affidamento preadottivo il Tribunale dei Minorenni verifica le sussistenza delle condizioni per legge all’adozione e con il consenso del maggiore di 14 anni e udito il minore di 12 formula il decreto di adozione.   

 

Effetti dell’adozione:

effetto legittimante: il minore adottato diventa figlio legittimo della coppia adottante di cui assume il cognome.

Effetto risolutivo: cessano i rapporti giuridici tra bambino e famiglia di origine ad esclusione degli impedimenti matrimoniali.

 Leggi di più