Forme di violenza

PER SAPERNE DI PIU'

  

Maltrattamenti in famiglia 

Ciascun individuo ha il diritto di essere tutelato all'interno del sistema famiglia. L'ordinamento italiano, infatti, pone tra i diritti fondamentali inviolabili dell'uomo il pieno sviluppo dlla persona umana in tutte le sue manifestazioni, nei rapporti sociali, nella famiglia e sul lavoro.

Integra il reato la sottoposizione dei familiari, anche se non più conviventi, a comportamenti caratterizzati da una serie indeterminata di molestie, ingiurie, minacce etc. al fine di rendere disagevole e penosa la loro esistenza

 

 Violenza Assistita 

La violenza assistita dei minori consiste in una forma di violenza domestica che, appunto, si realizza nel caso in cui il minore è obbligato ad assistere (da qui il termine “assistita”) a scene di violenza tra i genitori o, comunque, tra individui che costituiscono per lui un punto di riferimento o su persone a lui legate affettivamente, che siano adulte o minori.

 

Violenza Psicologica

La forma più grave e spesso meno visibile di violenza psicologica è quella che si sviluppa fra uomo e donna all’interno di una coppia. 

Spesso si  ignorano o sottovalutano l’aspetto legale della questione violenza psicologica come reato

 

Violenza sessuale 

Ci sono tanti modi e altrettanti termini per descrivere un comportamento sessuale non consensuale. Si può chiamare stupro, abuso sessuale o violenza sessuale. A prescindere dal nome, qualsiasi forma di violenza sessuale può influenzare negativamente la salute fisica e psichica delle vittime. 

La violenza sessuale è un atto di potere e non sempre vengono utilizzate la forza fisica o le minacce contro la vittima, perché la violenza può essere molto sottile (come nel caso in cui l’autore dell’atto utilizzi la propria età, fisicità o status sociale per spaventare o manipolare la vittima).

 

Mobbing familiare

Consiste in un attacco, continuo ed intenzionale nei confronti del proprio coniuge per metterne in discussione il prorpio ruolo, estromettendolo dalle decisioni o per indurlo a decisioni a cui invece è contrario. 

 I segnali tipici:

  • esternazione ripetuta di giudizi offensivi;
  • umiliazioni e provocazioni;
  • critiche anche dinanzi a terzi;
  • tentativi di sminuire il ruolo in famiglia;
  • imposizioni della propria volontà;
  • mancato supporto alla vittima nel rapporto con altri familiari;
  • apprezzamenti negativi sulle proprie qualità genitoriali;
  • denigrazione dell'aspetto fisico e della capacità di gestione del menage familiare;

Può essere attuato all'interno della coppia genitoriale in seguito alla separazione e al divorzio, i segnali tipici sono costituiti da:

  • sabotaggi delle frequentazioni con il figlio;
  • emarginazione dalle decisioni riguardanti il figlio;
  • minacce;
  • sminuire il ruolo genitoriale agli occhi dei figli;

Trova applicazione non solo l'addebbito in sede di separazione ma anche il risarcimento danni ex art. 2043 c.c. . Il risarcimento danni è quello che meglio si adatta alla tutela della vittima quanto l'illiceità della condotta del partner lede l'autostima del coniuge

 Violazione degli obblighi di assistenza familiare

 

E' un grave e diffuso problema sociale che vede coinvolte moltissime donne con i propri figli: la violazione dell’obbligo di prestare i mezzi di sussistenza ai figli e al coniuge o l’omesso versamento dell’assegno di divorzio